Come conquistare i mercati esteri per il tuo business

0
283
business

Conquistare i mercati internazionali è diventato davvero importante per chi porta avanti un business. Infatti, se si vogliono realizzare guadagni via via più alti, non ci può limitare soltanto al mercato italiano. È quasi d’obbligo doversi espandere verso gli altri Paesi. Ecco perché chi utilizza gli strumenti di internet per ampliare il numero dei clienti e per dare visibilità al suo brand non può non prendere in considerazione tutte quelle strategie fondamentali per fare marketing online a livello internazionale. Si tratta di un campo davvero in espansione, che è capace di unire diversi elementi per far ottenere risultati efficaci. Ma a livello pratico che cosa si deve fare per espandersi all’estero con un business su internet? Vediamo tutti gli elementi importanti.

Considera la SEO internazionale

Rivolgiti ad un professionista per studiare Google internazionale, in modo che si possano adottare le giuste strategie SEO internazionali. Il tutto non può prescindere dallo studio delle keyword essenziali che costituiscono le intenzioni di ricerca degli utenti anche negli altri Paesi, nei mercati esteri.

Così puoi valutare più attentamente quale appetibilità può avere il tuo brand all’estero. Per fare questo non puoi che affidarti ai dati che hai a disposizione. Infatti dovresti controllare prima di ogni altra cosa il traffico che riceve il tuo sito da Paesi esteri.

Valuta il volume di questo traffico internazionale e il suo tasso di conversione e, con l’aiuto di un esperto, ricerca le parole chiave più usate nei Paesi esteri che ti interessano.

Analizza le abitudini del tuo pubblico internazionale

Molto importante, per la conquista dei mercati esteri sul web, è anche studiare il target a cui ti rivolgi. Studia le sue abitudini e cogli gli aspetti più importanti della sua cultura. Puoi usare diversi punti di riferimento, come può essere, per esempio, la lingua straniera, oppure altri elementi come la posizione geografica.

Comprendi i modi di dire che sono propri di una cultura di riferimento. Spesso infatti le intenzioni di ricerca sono proprio legate alle abitudini e al linguaggio.

Fai SEO multilingua

Non dimenticare comunque che, quando usi le lingue straniere, hai a che fare con gli algoritmi di Google o degli altri motori di ricerca più usati all’estero. Quindi il Google internazionale è sempre molto importante, perché, a seconda dell’algoritmo preso in considerazione, potresti subire nel tempo delle variazioni importanti.

In ogni caso, quando fai SEO internazionale, tieni conto del fatto che dovresti lavorare molto anche sul brand. In questo modo, sfruttando tutti gli strumenti che il web mette a tua disposizione, il tuo business non dipenderà soltanto dai risultati del motore di ricerca.

Puoi fare ottima SEO internazionale, pubblicare contenuti di valore, puoi sfruttare l’importanza del mail marketing e puoi renderti più visibile anche sui social network. Dovresti riuscire a fare in modo che gli utenti non cerchino soltanto le parole chiave che potrebbero rimandare ai tuoi prodotti, ma che cerchino esattamente il nome del marchio a cui questi prodotti sono legati.

Scegli la struttura del sito

Di solito per aprirsi ai mercati internazionali dovresti avere un sito in una lingua straniera o comunque una versione del sito preferibilmente in inglese. Da questo punto di vista agisci in maniera precisa, scegliendo come strutturare il sito, integrando la versione in lingua straniera.

Hai varie possibilità in questo senso, per esempio facendo un dominio ccTLD inglese, una sottocartella o una sottodirectory oppure un sottodominio o un dominio di terzo livello.

Anche in questo un esperto del mercato online internazionale ti potrà consigliare nel migliore dei modi, per fare la scelta più giusta e non incappare nel corso del tempo in spiacevoli sorprese che porterebbero ad una tua possibile penalizzazione.