Eterni infelici: come smettere di essere insoddisfatti e sorridere alla vita

0
431
infelice

Viviamo in un periodo oggettivamente ricco di stimoli sotto diversi punti di vista, da quello professionale fino alla crescita culturale. Tutto questo, però, ha un rovescio della medaglia. Quale, di preciso? La continua richiesta di performance ottimali può rivelarsi, per molte persone, foriera di momenti di insoddisfazione. Se stai leggendo questo articolo, significa che ti interessa sapere qualcosa di più in merito e, per esempio, vuoi scoprire i trucchi migliori per smettere di essere insoddisfatto. Perfetto! Nelle prossime righe di questo articolo, abbiamo raccolto alcuni consigli utili al proposito.

Tieni un diario della gratitudine

Molte volte, siamo insoddisfatti perché non riflettiamo con la giusta attenzione su ciò che di bello abbiamo nella  vita, il che è un grave errore. Come porvi rimedio? Con un metodo molto semplice e spesso consigliato dagli esperti di crescita personale. Di cosa si tratta di preciso? Del diario della gratitudine. Sì, è un impegno, capace però di portare i suoi frutti. Nel momento in cui si chiamano in causa i consigli per gestirlo, un doveroso cenno va dedicato al fatto che bastano tre punti al giorno – tutti i giorni – per vedere dei cambiamenti nella propria vita.

Datti dei piccoli compiti ogni giorno e terminali

La soddisfazione passa dalle piccole cose di ogni giorno, come abbiamo appena avuto modo di ricordare. La gratitudine è importante, ma lo sono altrettanto i risultati raggiunti ogni giorno. Attenzione: non devono per forza essere macroscopici. Per rendersene conto, basta ricordare che è sufficiente impegnarsi a lavorare per un’ora di seguito senza toccare lo smartphone.

Non dire sempre sì

Essere in grado di liberarsi dell’insoddisfazione cronica è uno dei migliori modi per sorridere alla vita, essere felici e vivere ogni giorno al massimo. Questo risultato si può raggiungere in vari modi e uno di questi consiste nell’imparare… a non dire sempre sì!

Troppe volte, infatti, abbracciamo progetti con in primo piano il pensiero che, così facendo, riusciremo a ritagliarci un posto in una determinata cerchia sociale, ad apparire persone più interessanti. Ecco, si tratta di un grave errore: la soddisfazione, infatti, non deve arrivare dal punto di vista degli altri – che rimane in ogni caso prezioso e da ascoltare – ma innanzitutto dalla consapevolezza del proprio valore.

Non aver paura dei momenti di noia

Sono tantissime le persone che guardano con terrore ai momenti di noia. Non è un caso che, ogni giorno, si parli di chi si butta a capofitto sul lavoro, lasciando poco spazio ad altro. Ecco un altro atteggiamento da insoddisfatti cronici che è fondamentale mettere da parte. Chi vive la condizione appena ricordata, ha infatti paura dei momenti di vuoto perché il considera delle occasioni per pensare a come va la propria vita.

Con il giusto atteggiamento mentale, li si può letteralmente trasformare. Cosa bisogna fare di preciso? Semplicemente considerarli come delle parentesi preziose, utili per migliorare il proprio benessere e sì, per arrivare a questo risultato è basilare anche staccare un po’ la mente e farla respirare.

Valuta un aiuto psicologico

Molte volte, l’insoddisfazione cronica ha alla base problematiche radicate nel tempo e legate, per esempio, al contesto familiare in cui si è cresciuti. In questi frangenti, si può avere a che fare con convinzioni limitanti fortemente cementate. Come uscire da quello che sembra un vicolo cieco? Con un aiuto psicologico. Per la precisione, bisognerebbe parlare di psicoterapia e di orientamento cognitivo comportamentale, un approccio, valido scientificamente e apprezzato anche per il fatto di consentire il raggiungimento di risultati in poco tempo, che si basa proprio sullo sradicamento delle convinzioni limitanti e sulla correzione dei loro effetti nei comportamenti quotidiani.

A differenza di quanto accade con la psicanalisi, non si va a fondo nel passato del paziente ma ci si focalizza sul presente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui