Profilazione clienti: qual è la giusta strategia?

0
433
profilazione clienti

Chiunque lavori nel settore commerciale, sa bene quanto un cliente sia diverso da un altro ed è, quindi, necessario riuscire a personalizzare il rapporto con ciascuno di esso. Ogni suo aspetto, da quello comunicativo a quello promozionale, deve essere costruito su misura, in base alle caratteristiche e alle esigenze del singolo. Per mettere in atto questo delicato processo si usa la cosiddetta profilazione, ovvero una sorta di scheda personale dove vengono raccolti tutti i dati, le peculiarità, i desideri e le necessità del singolo cliente.

Che cosa è la profilazione clienti

Come suggerisce il nome stesso, la profilazione non è altro che la stesura di un profilo che riguarda ogni singolo cliente della tua azienda o impresa. Il modo più semplice per comporlo è raccogliere i dati personali, le sue abitudini di acquisto e le caratteristiche della persona scelta, ma oggi esistono strategie ancora più accurate.

La profilazione ti servirà, soprattutto, se gestisci un’azienda che opera su internet, così da poter personalizzare ogni comunicazione e offerta diretta ai tuoi clienti, guidandoli a fare acquisti sempre nel tuo e-commerce. In questo modo, potrai creare un rapporto stretto, quasi amichevole, grazie al quale offrirai sempre ciò di cui le persone hanno bisogno.

Conoscere i tuoi clienti è un fattore decisivo per migliorare la tua attività e farla crescere, sia come guadagni che come visibilità, per cui la profilazione è un aspetto che dovresti curare con la massima attenzione. Inoltre, aiuta a ottimizzare l’attività di marketing della tua impresa, perché grazie alle singole schede dei clienti, eviterai sia di perdere tempo che di pianificare campagne promozionali sbagliate.

Affidandoti alla profilazione, non solo avrai sempre chiaro il tuo obiettivo e sarai in grado di migliorare il rapporto con i tuoi clienti, ma riuscirai a trovarne anche di nuovi, andando a pescare sempre all’interno della tua nicchia di riferimento.

Perché è importante profilare i clienti

Il rapporto con la clientela è molto importante, anzi fondamentale per la crescita dell’attività commerciale che gestisci e, di conseguenza, per i guadagni. Da questo punto di vista, la profilazione clienti aziendali acquista un ruolo centrale nella tua strategia di marketing e di vendita, perché ti aiuta a comprendere quali siano i loro reali bisogni.

Come spesso si dice, il cliente ha sempre ragione, ma la cosa ancora più importante è che esso esca dal tuo negozio soddisfatto e col sorriso. Questo è il punto di partenza per capire quanto sia basilare profilare ciascun cliente nel modo più preciso e dettagliato possibile. La profilazione deve essere un processo in continua evoluzione, non basta stilare una scheda e lasciarla lì, ma bisogna sempre aggiornarla, cambiarla, correggerla.

Come la tua attività è in costante evoluzione, anche i bisogni e i desideri della gente lo sono, per cui è essenziale compilare un vero e proprio target persona, così da seguire ciascuna di esse lungo tutto il percorso da consumatore, tenendole costantemente aggiornate sulle nuove offerte e promozioni, ma capendo e intuendo anche i loro cambiamenti.

Progettare una corretta profilazione non è semplice e immediato come potrebbe sembrare, ma è un vero e proprio processo che va costruendosi, mattoncino dopo mattoncino, nel tempo, senza mai rimanere uguale a se stesso.

I vantaggi della profilazione clienti

Chi utilizza la profilazione del cliente per la propria attività imprenditoriale sa bene quali siano i suoi vantaggi. Innanzitutto, conoscendo bene i tuoi acquirenti, puoi abbattere i costi delle campagne pubblicitarie, perché ciascuna di esse sarà programmata in maniera personalizzata, con la certezza di colpire il bersaglio migliore.

Con la profilazione, la fidelizzazione dei tuoi clienti diventa molto più facile e, di conseguenza, potrai creare una base solida su cui fare riferimento. Inoltre, se gestisci un e-commerce, grazie alla profilazione le visite al sito aumenteranno, perché attirerai potenziali clienti che cercano proprio ciò che vendi.

Niente più spari sul mucchio, nella speranza che qualcuno abbocchi, ma una precisa strategia dedicata solo a chi può essere interessato al tuo settore. Tuttavia, è soprattutto il settore marketing quello che trae i maggiori vantaggi dalla profilazione, perché ogni campagna potrà essere pianificata in maniera personalizzata, ottimizzando costi e risorse e, soprattutto, avendo la certezza di ottenere i risultati sperati.

Infine, non devi trascurare l’aumento del ROI pubblicitario, ovvero il ritorno sull’investimento fatto inizialmente che, attraverso la profilazione, potrà crescere campagna dopo campagna.

Quale strategia usare per la profilazione clienti?

La strategia più utilizzata per la profilazione clienti è la raccolta dei dati personali che un utente inserisce nel momento dell’iscrizione al sito di e-commerce o lascia al negozia compilando un modulo per avere accesso a sconti e promozioni. Solitamente, i dati si limitato a nome, cognome, età, città di residenza e numero di telefono, ma a questi se ne possono aggiungere altri, così da migliorare l’efficacia della profilazione.

In base all’attività che si gestisce, infatti, potrebbero servire altre informazioni per completare il profilo del cliente. Se, per esempio, gestisci un negozio di alimentari, sarebbe bene sapere se la persona ha qualche allergia o è vegetariano o vegano e conoscere le sue abitudini riguardo l’alimentazione.

Al contrario, se vendi videogiochi, ti sarà utile sapere quale genere preferisce, su quale console gioca, quanti videogame compra ogni mese. Sono tutti dati che ti permettono di avere una visione ampia e completa del cliente e, quindi, preparare per lui offerte e promozioni personalizzate, così da fidelizzarlo attraverso comunicazione via sms o e-mail.

Il metodo migliore per profilare è farlo con estrema attenzione, curando ogni dettaglio, tenendo un file per ogni cliente dove aggiungere, di volta in volta, le informazioni utili. Man mano che una persona viene fidelizzata, tende ad aprirsi sempre di più, per cui la sua disponibilità a fornire ulteriori informazioni aumenta.

Inoltre, diventa di fondamentale importanza saper raccogliere i feedback dei clienti, così da poter immagazzinare ogni loro impressione e costruirgli attorno un’offerta, aggiornandola in base ai cambiamenti successivi. Profilare non deve essere soltanto una raccolta passiva delle informazioni, ma deve basarsi sulla creazione di un rapporto reciproco che miri all’obiettivo di stilare una vera e propria carta d’identità del cliente, attraverso la quale sapere sempre di cosa potrebbe aver bisogno.

Si tratta di un processo utile per ambedue le parti, perché da un lato la tua azienda aumenterà le vendite e il numero di clienti fedeli, mentre dall’altro quest’ultimi troveranno sempre ciò che cercano, senza perdere tempo in lunghe e infruttuose ricerche o effettuare acquisti sbagliati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui